Manutenzione

Manutenzione del divano e del rivestimento
Con pochi e facili accorgimenti è possibile mantenere il tuo divano sempre in piena forma.




Attenersi scrupolosamente alle indicazioni di manutenzione riportate nella scheda prodotto e schede rivestimento che accompagna ogni singolo prodotto.


Spazzolare il tessuto del rivestimento delicatamente, ad intervalli regolari, per rimuovere la polvere.


Per il lavaggio dei tessuti consultare ed attenersi scrupolosamente alle indicazioni riportate nella scheda rivestimento allegata al manufatto.


Passare periodicamente l’aspirapolvere nei punti meno accessibili del divano per garantire e mantenere un’igiene costante.


Utilizzare equamente tutti i posti di seduta dei divani e poltrone in modo che possibilmente abbiano un’usura equilibrata.


Evitare di porre il divano alla luce del sole, specie se attraverso vetri, a lampade alogene e a fonti di calore.

Nella scheda tecnica del tessuto, che accompagna ogni divano acquistato, sono indicate dettagliatamente le istruzioni per il lavaggio del tessuto, attraverso dei simboli che qui di seguito elenchiamo.




Il prodotto tessile non sopporta il lavaggio ad acqua.


Lavaggio a mano: non lavare a macchina. Temperatura max 40 gradi C. Tempo di lavaggio breve. Comprimere e, se necessario, strofinare molto delicatamente. Risciacquare molto delicatamente. Non torcere.


Lavaggio a macchina. Temperatura max 30 gradi C. Azione meccanica normale. Risciacquo normale. Centrifugazione normale.


Lavaggio a macchina. Temperatura max 30 gradi C. Azione meccanica ridotta. Risciacquo a temperatura gradualmente decrescente (per immissione graduale di acqua fredda). Centrifugazione ridotta.


Il prodotto tessile non sopporta il lavaggio a secco.


Lavabile a secco con percloroetilene, monofluorotricloroetano, idrocarburi, con i normali procedimenti (il tricloroetilene o trielina non deve essere impiegato).


Lavabile a secco con percloroetilene, monofluorotricloroetano, idrocarburi, ma con severa limitazione di aggiunta di acqua e alcune restrizioni per quanto riguarda l’azione meccanica o la temperatura di asciugatura, o entrambe le cose.


Lavabile a secco con tutti i solventi normalmente utilizzati nel lavaggio a secco.


Possibilità di trattare con prodotti a base di cloro.


Il prodotto tessile non sopporta il trattamento con cloro.


Stiratura: temperatura max della suola del ferro 110 gradi C. Interporre un panno umido.


Stiratura: temperatura max della suola del ferro 150 gradi C. Interporre un panno umido.


Stiratura: temperatura max della suola del ferro 200 gradi C. Interporre un panno umido.


Il prodotto tessile non sopporta la stiratura.


Stiratura: temperatura max della suola del ferro 110 gradi C. Stiratura sul rovescio.


Si può centrifugare.


Non centrifugare. Non torcere.


Il prodotto tessile non sopporta l’asciugatura in tamburo.


Asciugatura in tamburo.


Asciugatura in posizione verticale (appeso), dopo spremitura e/o centrifugazione.


Asciugatura in posizione verticale (appeso) del prodotto tessile intriso d’acqua, cioè senza spremitura e/o centrifugazione.


Asciugatura su superficie piana (disteso).

Per la manutenzione, il lavaggio e la tipologia del tessuto consultare ed attenersi scrupolosamente alle indicazioni riportate nella scheda rivestimento allegata al manufatto che è parte integrante della scheda prodotto. Utilizzare equamente i posti di seduta dei divani e poltrone in modo che tutti, possibilmente, abbiano una usura equilibrata. Spazzolare il tessuto del rivestimento delicatamente, ad intervalli regolari, per rimuovere la polvere; agendo così si ridurranno notevolmente i cicli di manutenzione e lavaggio. Passare periodicamente l’aspirapolvere nei punti meno accessibili del divano per garantire e mantenere un’igiene costante. Evitare di porre il divano alla luce del sole, specie se filtrata attraverso i vetri, a lampade alogene e a fonti di calore. Nello sfoderare il rivestimento dalla struttura del salotto bisogna fare attenzione all’operazione di distacco del velcro che deve essere eseguita con cura e senza tirare la fodera con troppa forza per non rovinare il vellutino dell’imbottitura. I cuscini di seduta e dello schienale e del bracciolo sono facilmente sfoderabili aprendo la cerniera posta in un lato.



Per la manutenzione della pelle consultare ed attenersi scrupolosamente alle indicazioni riportate nella scheda rivestimento allegata al manufatto che è parte integrante della scheda prodotto. Utilizzare equamente i posti di seduta dei divani e poltrone in modo che tutti, possibilmente, abbiano un’usura equilibrata. L’adattamento delle imbottiture nei primi mesi di utilizzo del divano potrebbe provocare la comparsa di leggere pieghe nel rivestimento in pelle, questo aspetto è da considerarsi assolutamente fisiologico, e testimonia l’assestamento cui anche la pelle è soggetta nei primi mesi di utilizzo. Lo sporco e le macchie si possono togliere usando un tampone morbido imbevuto d’acqua e sapone neutro, passato con cautela. Strofinare leggermente perché l’eccesso di pressione anziché favorire la pulizia, provoca la penetrazione nella pelle dello sporco solubilizzato. Non utilizzare mai i comuni detersivi o preparati vari per le pulizie in genere. Non trattare la pelle con olii di varia natura. É molto importante non esporre i manufatti in pelle alla luce diretta del sole, lampade alogene o fonti di calore. Non lasciare giornali a contatto con la pelle. L’inchiostro della carta da giornale potrebbe essere assorbito. Evitare anche l’uso di indumenti che possono perdere colore, tipo jeans, può essere assorbito dalla pelle. Evitare un eccessivo e duro sfregamento, sia per la pelle che per il filo di cucitura. L’azienda non assume alcuna responsabilità in caso di rivestimenti danneggiati conseguentemente a trattamenti diversi da quanto sopra indicato. La qualità delle pelli è data da un’accurata selezione dei grezzi e da una maggiore attenzione in tutte le fasi di lavorazione. Le irregolarità della superficie quali rughe, smagliature, venature, differenze di grano o colore, non sono difetti ma testimonianza di una vita animale naturale, impreziosiscono così ogni pezzo rendendolo unico e diverso da qualsiasi altro. Per tali motivi non è possibile garantire la medesima tonalità di colore tra una partita e l’altra.




Altri servizi
Comunicazione 2000
© 2017 - Doimo Salotti s.p.a. - Via Montegrappa, 90 - 31010 Moriago della Battaglia (TV)
Tel. +39 0438 890511 - Fax. +39 0438 890590 - P.Iva Cod.Fisc. Reg. Imp. IT 00195420260 - R.E.A. TV N. 91179 - Cap. sociale € 1.444.800 i.v.