MAGAZINE

CONSIGLI E GUIDE

Consigli per sfoderare il divano in tessuto

Consigli pratici e piccole astuzie per sfoderare il divano in tessuto con facilità.

Se avete acquistato un divano in tessuto, prima o poi potreste avere l’esigenza di sfoderarlo per lavarlo. E’ importante ricordare, che per la complessità costruttiva di alcuni divani, non sempre quest’operazione si rivela facile da eseguire; per cui la prima indicazione sarebbe quella di adottare delle regole di pulizia ordinarie per ridurre al minimo la necessità del lavaggio. Se hai scelto un pratico tessuto antimacchia come le nostre collezioni EMI o EVIA, puoi rimuovere le macchie con estrema facilità. Anche una delicata spazzolatura lungo il verso del pelo del tessuto, un leggero passaggio di aspirapolvere, il riassetto dei cuscini, possono posticipare il momento del lavaggio.

Quando anche queste piccole accortezze non sono più sufficienti, allora è arrivato il momento di imparare come si sfodera un divano.

Come sfoderare il divano per il lavaggio del tessuto

La sfoderabilità del divano cambia per ogni modello.

Sfoderare tutto il divano (struttura compresa) è un’operazione che richiede circa mezz’ora di tempo. Dato che ogni modello può avere delle particolarità costruttive che modificano alcuni passaggi, in questo articolo cercheremo di spiegare la procedura generale da seguire per la maggior parte dei divani Doimo Salotti. Qual ora tu ne avessi bisogno, il nostro servizio clienti è a tua disposizione per rispondere a domande o dubbi.
 

1. Rimuovere i cuscini del divano.


Il primo passo è togliere i cuscini della seduta e dello schienale. In alcuni divani i cuscini sono liberi, in altri invece sono agganciati alla struttura attraverso cerniere o velcro. Per toglierli apri la cerniera o stacca il velcro. (fig.1)
Sul retro del cuscino troverai la cerniera per togliere la fodera. La maggioranza dei nostri cuscini hanno una chiusura detta a “U” che facilita  l’estrazione dell’imbottitura del divano. In alcuni modelli invece troverai una cerniera lineare. (fig.2)

Come sfoderare il divano - foto 1 - staccare i cuscini
Come sfoderare il divano - foto 2 - aprire i cuscini della seduta

2. Togliere i braccioli del divano.

Tolti i cuscini adesso avrai davanti a te la struttura del divano. Se il tuo divano è componibile, dividi i pezzi che lo compongono. Ad esempio, un elemento lineare è agganciato a un angolo o a una penisola attraverso dei supporti di metallo presenti o di lato o sotto il divano. (fig.3) Scomposti tutti i pezzi, se il modello lo consente, rimuovi anche il bracciolo del divano.

Come sfoderare il divano - foto 3 - staccare la struttura del divano

Quando i braccioli sono separabili, sono attaccati alla struttura principale in due modi: o con un innesto detto a baionetta o con un aggancio sotto la base del divano simile a una vite (volantino). Nel primo caso per staccare il bracciolo tira verso l’alto, nel secondo caso prima bisogna svitare il volantino da sotto e poi estrarre il bracciolo dalla sede tirando verso l’alto. In entrambi i casi non sforzare tirando dal tessuto ma dalla base del bracciolo. (fig.4)

Come sfoderare il divano - foto 4 - la struttura del divano

3. Sfoderare il rivestimento della struttura del divano.

Nell’ultimo passaggio rimuoverai tutto il rivestimento dalla struttura del divano. Il tessuto è attaccato alla tela bianca che riveste la struttura attraverso il velcro, per cui è facile toglierlo. Se il tuo divano è componibile e con braccioli staccabili l’operazione è più semplice rispetto a divani con strutture fisse. In entrambi i casi inizia dal basso tirando verso l’alto e piegando il velcro verso l’esterno. (fig.5)

Come sfoderare il divano - foto - la struttura del divano

La fettuccia contro velcro: cos’è e come si usa.

Apriamo una rapida parentesi per spiegare un’astuzia utilissima. Il velcro è un adesivo che tende ad attaccarsi al tessuto e potrebbe tirare i fili del rivestimento. Quando stai sfoderando la struttura del divano tieni a portata di mano la fettuccia contro velcro. I nostri divani della collezione Sartoria ne sono già dotati all’atto della consegna. Negli altri casi puoi reperirla facilmente in merceria. Si tratta di una fettuccia di tessuto leggero che attaccandosi al velcro lo isola impedendo che durante il lavaggio si attacchi al tessuto, e rendendo tutte le fasi di svestizione e vestizione del divano più facili. (fig.6)

Come sfoderare il divano - foto 6 - la fettuccia contro velcro
La fettuccia contro velcro di Doimo Salotti

4. Il lavaggio del divano.

Adesso puoi procedere al lavaggio del tuo rivestimento. Ti ricordiamo di guardare sempre le istruzioni di lavaggio del tessuto e di rispettarle scrupolosamente. E’ importante affidarsi a una lavanderia seria anche per il lavaggio a secco quando previsto.

Evita il “fai da te”.


Sbagliando il lavaggio potresti restringere il tessuto rendendo difficoltoso, se non impossibile rifoderare il divano. E’ sempre meglio lavare i tessuti a rovescio e mai utilizzare l’asciugatrice. Alcuni tessuti possono essere anche stirati altri no. Verifica sempre i simbolo di lavaggio che trovi nelle schede tecniche allegate al divano nel momento della consegna.

 

Settembre 2018
Potrebbe interessarti anche...

Come pulire il divano in pelle
Come pulire il divano in pelle
vince il comfort in casa
Indagine casa: vince il comfort!
Rifoderare il divano in tessuto
Rifoderare il divano in tessuto