Poltrone

Home - Salotti - Poltrone

5 consigli utili per scegliere la poltrona giusta

La poltrona è sinonimo di comfort e relax, anche di stile e personalizzazione. Ecco 5 consigli utili per scegliere il modello che fa per te:

  1. Stabilire dove sarà collocata: farà parte di una configurazione di imbottiti oppure occuperà da sola una parte del living e sarà accompagnata semplicemente da un tavolino per la creazione di un angolo lettura? L’idea è invece quella di destinarla alla camera da letto o alla cameretta del bimbo, o magari allo studio? Il suo posto sarà di fronte alla tv? Mettere a fuoco, prima dell’acquisto, il posizionamento della poltrona è necessario per individuare il modello più adatto.

  2. Considerare lo spazio a disposizione: se è ampio, si può senza problemi optare anche per una poltrona piuttosto voluminosa, dotata di braccioli e – perché no? – di schienale reclinabile. Ma se la superficie non è molto estesa, bisogna prediligere i modelli più essenziali. Suggeriamo di armarsi di metro, foglio e matita e misurare con precisione lo spazio da destinare alla poltrona.

  3. Essere pratici nella scelta dei materiali: anche in questo caso, la scelta è legata sia ai gusti personali che a questioni pratiche. Se in casa vivono anche animali domestici, per esempio, le poltrone in pelle dovrebbero essere evitate. Se ci sono bambini piccoli, sarebbe opportuno scegliere modelli con rivestimento in tessuto sfoderabile e lavabile.

  4. Fondamentale è anche accertarsi che la poltrona si integri armoniosamente nel contesto. Ciò può significare due cose: cercarne una che stilisticamente e cromaticamente formi un continuum rispetto agli altri elementi di arredo oppure creare un contrasto strategico, anche soltanto per quanto concerne i colori.

Come abbinare le poltrone ai divani

Se le poltrone e i divani appartengono alle stesse collezioni, il problema degli abbinamenti non si pone. L’alterntiva è scegliere poltrone e divani appartenenti a diverse collezioni, ma riconducibili al medesimo stile, per un insieme più dinamico e personalizzato.

Volendo le nuance possono anche essere diverse, a patto che si sposino bene/. Una poltrona bordeaux, per esempio, si può accostare un divano grigio tortora, ma non a un divano con rivestimento azzurro.

Non abbinare più di 3 tonalità ed evitare fantasie troppo diverse

In alternativa, fra divano e poltrone il trait d’union può essere proprio il colore e ci si può prendere una maggiore libertà dal punto divista stilistico, però è bene evitare gli eccessi, cioè quelle differenze che minacciano di apparire abissali. Un’altra raccomandazione per tutti: si badi a rispettare le proporzioni.

Le principali tipologie di poltrone

Esistono diverse tipologie di poltrone, è vero, ma indubbiamente utile risulterà elencare le principali:

Poltrona Chesterfield: la classica poltrona in pelle con i bottoni, la seduta bassa, i braccioli e lo schienale alla stessa altezza.  Poltrona Bergére: il suo tratto inconfondibile è lo schienale alto con le “orecchie”.
Per quanto riguarda i modelli moderni, c’è da far presente innanzi tutto che molto spesso proprio la tradizione è la principale musa ispiratrice, il punto di partenza per rivisitazioni ad hoc. Per chi non ha molto spazio ci sono modelli di poltroncine facilmente collocabili, in grado con il loro design o i materiali di qualità con cui sono realizzate, di personalizzare e connotare l’ambiente, troverete tutto nella scheda tecnica del prodotto.